Skip to Content

Carta e Cartone

carta_OK.jpg

SI’ COSA SI DEVE DIFFERENZIARE
• cartone di qualsiasi forma e misura
• contenitori ed imballaggi in carta e cartoncino
• depliant, pieghevoli pubblicitari, brochure
• fotocopie e fogli di carta di ogni tipo e dimensione
• imballaggi in cartoncino di prodotti come conserve, yogurt e bevande
• quotidiani, riviste, libri e quaderni
• sacchetti in carta per alimenti, per la spesa…
• scatole per alimenti, per scarpe, per detersivi, per medicinali
• tetra-pack, come contenitori del latte, dei succhi di frutta

NO COSA NON SI DEVE DIFFERENZIARE
• carta assorbente
• carta carbone
• carta da forno
• carta oleata
• carta o copertine plastificate
• carta pergamena
• carta sporca o contaminata da altri rifiuti (fazzoletti e tovaglioli di carta usati)

COME
• Ripulire da elementi di imballaggio diversi da carta e cartone
• Ridurre di volume (piegare o rompere)
• Attenzione! Spesso la carta si può dividere dalla sua velina (carta dei salumi). In tal caso la carta si può differenziare.
• Attenzione: per il confezionamento di giornali e riviste è utilizzato sia il cellophane, da conferire nella plastica, sia una pellicola ecologica (mater bi) da conferire nell’umido o nella indifferenziata.

DA RIFIUTO A RISORSA
Che fine fanno la carta e il cartone. 
Carta, cartone e cartoncino sono materiali della nostra quotidianità perché ne facciamo grande uso in casa, a scuola, al lavoro; essi costituiscono una parte importante dei nostri rifiuti. Li troviamo in tante forme: imballaggi, quaderni, giornali, sacchetti… Sono materiali facili da raccogliere perché anche gli imballaggi più voluminosi possono essere facilmente schiacciati e ridotti di volume. Carta, cartone e cartoncino,una volta raccolti dai riciclatori, vengono selezionati, pressati ed inviati nelle cartiere, dove vengono triturati e mescolati ad acqua in modo da recuperarne le fibre di cellulosa di cui sono composti.

La cellulosa costituisce circa il 40-50% del legno da cui viene estratta. Produrre carta riciclata consente perciò di ridurre la necessità di cellulosa vergine proveniente dal taglio di alberi e di risparmiare materie prime (acqua ed energia elettrica).

Per maggiori informazioni:www.comieco.org

LO SAI CHE… Il 90% dei quotidiani italiani è stampato su carta riciclata.
Una tonnellata di carta da materia prima consuma 15 alberi, 438.200 litri di acqua, 7.600 KWh di energia elettrica .
Una tonnellata di carta riciclata non fa abbattere alcun albero,consuma solo 1.800 litri d’acqua e 2.700 kWh di energia elettrica.

Sui contenitori ed imballaggi è spesso evidenziato il simbolo del materiale di cui sono costituiti al fine di conferirli correttamente. Verificarlo sempre prima di gettarli.