Skip to Content

Che fine fanno gli ingombranti?

Negli ultimi decenni la produzione, la diffusione e la frequente sostituzione di mobili ed elettrodomestici è notevolmente aumentata. Il loro smaltimento non è di facile gestione perchè si tratta di beni che, per volume e peso, non possono essere depositati nei cassonetti stradali.

Abbandonarli senza regole lì accanto è vietato perchè compromettono la sicurezza ed il decoro urbano, perchè intralciano il servizio di raccolta aumentandone il costo, perchè rendono difficile e a volte impossibile il loro riciclo. Invece, se correttamente conferiti, gran parte degli ingombranti è avviata ad impianti specializzati di trattamento e recupero, dove eventuali sostanze nocive in essi contenute vengono rimosse e smaltite; tutti gli altri materiali e componenti riciclabili (legno, metalli pregiati, plastiche, vetro) vengono selezionati e destinati alle rispettive filiere del recupero. 

Da un frigorifero di circa 50 kg si ottengono i seguenti materiali:
• 30 kg di acciaio;
• 3 kg di rame e alluminio;
• 1 kg di CFC (gas Cloro Fluoro Carburo);
• 13,5 kg di materie plastiche;
• 1 kg di vetro;
E SOLO 1 KG DI RIFIUTI DESTINATI ALLA DISCARICA!